Rassegne stampa

20.01.2011

Cornetto e cappuccino: una coppia nata a Venezia

[newsfood.com]

La tesi di "Cornetto e Cappuccino", libro di Gianni Moriani edito da Terra Ferma Edizioni

La bevanda ed il dolce legati alla turbolenta storia europea del Seicento

Prima o poi, quasi tutti hanno fatto colazione con cornetto e cappuccino, ma quasi nessuno ha pensato dove e quando la bevanda ed il dolce abbiano visto la luce per la prima volta.
Una linea di pensiero colloca il luogo di nascita del cappuccino e del cornetto a Venezia.
Tra i suoi sostenitori troviamo Gianni Moriani, ideatore del master in cultura, cibo e vino all'Università Ca' Foscari, ed autore di "Cornetto e cappuccino. Storia e fortuna della colazione all'italiana", edito da Terra Ferma.
Secondo il testo, la storia del cappuccino inizia con quella del suo antenato, il caffè, nel 1615: in quell'anno commercianti e viaggiatori di ritorno dall'impero ottomano iniziano portano nella...

19.01.2011

La resurrezione del maiale in 53 ricette. Tutti i salumi e l’identikit dei norcini

[Il Giornale di Vicenza]

I prodotti tipici. Un volume curato da Amedeo Sandri e Carla Urban edito da Terra Ferma

E poi le sagre di paese e i piatti celebri,come gli "ossi de mas'cio"

«El mas'cio xe 'na botega». «Del mas'cio non se buta via niente». Proverbi e modi di dire tradizionali entrati nel patrimonio comune, nella memoria collettiva. Quasi un affettuoso ricordo del maiale, che muore di morte violenta e dopo risorge in squisiti salumi e ricchi piatti.Al maiale, il Consorzio di promozione turistica "Vicenza è"e la Provincia di Vicenza hanno dedicato un libro di 140 pagine, edito da Terra Ferma. Il volume prende in esame la tradizione vicentina legata al maiale: ossia salumi, ricette ma anche norcini, ossia gli specialisti del settore. Li è andati a cercare Carla Urban, che ha compilato un elenco ragionato degli esperti che fanno vivere le antiche...

19.01.2011

La brioche è nata nel 1683 dopo la vittoria sull’Islam

Il Giornale di Vicenza

C'è perfino un campionato mondiale della categoria:quest'anno, per la cronaca, il numero uno è stato un americano, Michael Phillips, proclamato per il 2010 re del caffè e del cappuccino. Ma c'è da credere che neppure lui,malgrado la maestrìa con cui li prepara, sappia quanta strada ci sia alle sue spalle,e quanti precursori abbia avuto in questa nobile arte. Potrà aiutarlo, in tal caso, un prezioso libro fresco di stampa il cui titolo coincide con l'ordinazione fatta almeno due mattine alla settimana al bar (statistica recente e citata nel testo) da oltre 10 milioni di italiani: "Cornetto e cappuccino", scritto con completezza di documentazione e leggerezza di penna (rara abbinata) da Gianni Moriani, ed edito da Terra Ferma.
Tutto, racconta Moriani, comincia nel 1582, quando un medico di Marostica laureatosi a Padova, Prospero Alpini,...

19.01.2011

Cornetto, il "copyright" è veneziano

[La Stampa]

Nel '600 arrivò in Laguna il dolce che celebrava la vittoria sui turchi

Torino

Il parco che circonda la Fondation Maeght di Saint-Paul-de-Vence, a pochi passi da Nizza, sembra quasi irreale per le sculture e le fontane di Miró e Chagall. Accanto, il piccolo bar nascosto nel verde è arredato con tavolini e sedie intarsiate di Giacometti. La locandiera spolvera il marmo del bancone, sospira e chiede ai turisti italiani: «Adoro il mio lavoro e mi piace farlo come si deve, perciò ditemi, non mi offendo: il mio cappuccino è buono come il vostro?».
Il primato italiano è un mito. Non fosse altro che il cappuccino lo prepariamo da più tempo. E lo serviamo insieme al «cornetto», alias «brioche», alias «croissant»: la loro patria, nonostante i nomi francesi, è l'Italia. Più precisamente, Venezia.

La tesi è di Gianni Moriani, ideatore del master...

18.01.2011

Quando l’ortica vale più del foie gras

Vino e Cibo

A sottolineare di come cipolle, patate, polenta e altri ingredienti dal poco blasone o dalla fin troppa popolarità possono diventare ricercate prelibatezze è stato Giuseppe Casagrande, critico enogastronomico dell'Adige, coautore con Nereo Pederzolli del volume «La cucina trentina» (XX volume della collana «Tecete» di Terra Ferma edito in collaborazione con la casa editrice Panorama di Trento, foto di Cristiano Bulegato.
Il destro, per affermare che la grande cucina non è solo quella fatta usando caviale o foie gras ma quella fatta sapendo attingere con grande passione anche dagli ingredienti più umili, è stata proprio la presentazione del nuovo volume scritto a quattro mani. Dove con signorile sagacia, Casagrande e Pederzolli, hanno dato giusta nobiltà ai piatti di una tradizione culinaria scambiati ingiustamente per pietanze non degne di...

04.01.2011

Ai turchi il merito della colazione all’italiana

[Amici del Caffè]

Vienna, i turchi e un frate cappuccino sono gli insoliti ingredienti che hanno dato vita alla più amata colazione all'italiana, quella a cornetto e cappuccino. Lo racconta Gianni Moriani in "Cornetto e cappuccino – Storia e fortuna della colazione all'italiana" edito da Terra Ferma.

Questo volumetto offre con buona sintesi storia e nozioni fondamentali sul caffè – origini, modalità di lavorazione, caffè storici... – e sulla "Mezzaluna pedemontana", la regione che dalla veneta Marostica alla friulana Aviano può considerarsi la culla della colazione all'italiana.

Tra gli aspetti più curiosi, la storia, appunto, del cappuccino e del cornetto, in entrambi i casi riconducibile a Vienna. Alla Vienna del 1683, quella del famoso assedio turco respinto miracolosamente. Tant'è che per festeggiare la storica vittoria, racconta Moriani, venne...

29.12.2010

Bruno Meneghello – La magistratura vissuta e narrata

[Il Giornale di Vicenza]

LUTTI. Scomparso a 85 anni la vigilia di Natale
Due libri sulla giustizia, ma anche un volume di logica matematica

La sera della vigilia di Natale è morto improvvisamente l'accademico olimpico Bruno Meneghello, 85 anni, fratello del noto scrittore Luigi. Nato anch'egli a Malo, residente a Vicenza, dopo gli studi liceali aveva partecipato attivamente alla Resistenza come partigiano combattente in una formazione di "Giustizia e Libertà".
Dopo la fine della guerra, si laureò in giurisprudenza e nel 1952 entrò in magistratura. Prestò servizio, per un breve periodo, come pubblico ministero e pretore a Treviso e a Castelfranco Veneto, quindi come pretore e giudice per oltre vent'anni a Vicenza, infine per un triennio, dal 1977 al 1979, alla Corte d'Appello di Venezia. Ha collaborato a numerose riviste, con articoli e note di carattere non...

28.12.2010

Un abbraccio sfiderà Chernobyl

[Nital.it]

Reportage realizzato da Francesca Bellemo, giornalista, ed Alessandro Scarpa, fotografo, nel maggio 2010, in occasione dell'annuale convoglio umanitario di Help for Children Onlus, in Bielorussia.

Testo di Francesca Bellemo - Fotografie di Alessandro Scarpa

Cemento color pastello, infissi sigillati con scotch posticcio, abitazioni fatiscenti che sfidano il gelo della Siberia. Ordine, pulizia, aiuole fiorite, monumenti dipinti a nuovo con la falce e martello che spicca sullo sfondo rosso. La Bielorussia si presenta come una vetrina addobbata per le feste, ma sotto la superficie colorata emerge tutta la sua arretratezza.
Palloncini colorati e fiori, il petto dei vecchi reduci è appesantito dalle molte medaglie durante la festa nazionale del 9 maggio. La Bielorussia celebra la vittoria del comunismo sul nazismo con spropositata festosità, in modo solenne,...

28.12.2010

Torchiato, storia di un vino antico

[La Tribuna di Treviso]

In un libro la gloriosa storia del Torchiato di Fregona Doc, eccellenza coltivata in una piccola zona ai piedi del Cansigli, che comprende il comune di Fregona e le colline di Sarmede e Cappella Maggiore. Il volume, realizzato con il contributo della Camera di Commercio di Treviso, è pubblicato da Terra Ferma edizioni e curato da Mauro Zardetto, con interventi del presidente del Consorzio del Torchiato di Fregona DOC, Alessandro Salatin, dei Sommelier del Veneto Dino Marchi, lo storico Giorgio Mies, l'enologo Enzo Michelet e il ricercatore del CIRVE Gianni Teo, nonchè una ricca parte fotografica. «A tavola con i riflessi ambrati della memoria» è il sottotitolo del volume, che racconta una piccola questa realtà realtà fatta di 13 cantine in un area di 15 ettari che producono circa 20000 bottiglie l'anno. Alle spalle una storia...

27.12.2010

Storia del Torchiato e ricette Doc

[la Nuova di Venezia]

La casa editrice padovana Terra Ferma ha dato alle stampe il 21º volume della collana «Tecete» dedicato al Torchiato di Fregona Doc, «A tavola con i riflessi ambrati della memoria». Curato da Mauro Zardetto con saggi di Dino Marchi, Enzo Michelet, Giorgio Mies e Gianni Teo, il libro rende omaggio al celebre vin santo prodotto in 15 ettari collinari ai piedi del Cansiglio. 13 viticoltori che ottengono 20 mila bottiglie l'anno, tenendo viva la tradizione della torchiatura. Nel libro viene ripercorsa, anche attraverso testimonianze e immagini d'epoca, la storia di una tradizione che è cresciuta nel tempo e si danno anche tutte quelle informazioni tecniche sui vitigni e la vendemmia che sono oggi compresi nel disciplinare, visto che il Torchiato è stato riconosciuto. Il volume è corredato da una ricca sezione di ricette proposte da una...