Iscriviti alla nostra newsletter

Riceverai un codice sconto del 5% sul tuo primo acquisto online!

Iscriviti
Un'offerta per te!

Eventi

26.06.2021

Presentazione volume “Carte da Gioco e Cartoleri Trevisani”

Venerdì 25 giugno apre al pubblico la mostra “Le carte gioiose. 200 anni di Carte Trevisane” presso i Musei Civici di Santa Caterina, a Treviso.
Sabato 26 giugno sarà presentato il volume, edito da Antiga Edizioni, “Carte da Gioco e Cartoleri Trevisani” di Andrea Piovesan e sarà inaugurata la mostra che sarà visitabile fino a domenica 4 luglio 2021.

 

Approfondimenti

26.05.2021

“Renato Casaro. L’ultimo cartellonista del cinema. Treviso, Roma, Hollywood”

La Direzione Regionale Musei Veneto e il Comune di Treviso annunciano ufficialmente l’apertura della mostra “Renato Casaro. L’ultimo cartellonista del Cinema. Treviso, Roma Hollywood”, dal 13 giugno 2021 al 1 maggio 2022 presso il Museo Nazionale Collezione Salce, Chiesa di Santa Margherita e Complesso di San Gaetano e dal 13 giugno 2021 al 9 gennaio 2022 presso i Musei Civici di Treviso – Museo Santa Caterina.
Il catalogo della mostra è edito da Antiga Edizioni, stampa Grafiche Antiga.

Ultimo protagonista di un’arte ormai scomparsa, Renato Casaro (Treviso 1935) assurge a simbolo di quella scuola italiana di cartellonisti del cinema, dove perizia tecnica, creatività, genio e istinti erano le garanzie e il valore aggiunto per il successo di innumerevoli film nazionali e internazionali. Da Treviso a Roma a Hollywood – attraversando con la sua arte la seconda metà del secolo scorso – Casaro ci lascia in eredità una mirabile galleria di manifesti, testimonianza fondamentale per la storia del cinema.

La mostra – con oltre 300 opere provenienti dall’archivio dell’artista e da importanti collezioni pubbliche e private – documento 170 film e lo fa partendo dal “prodotto finito”, ovvero i manifesti a due e quattro fogli, destinate alle sale cinematografiche o all’affissione. Sono oltre un centinaio i pezzi selezionati e restaurati per l’occasione. I rari e introvabili fogli del decennio 1955-1965, presenta un artisti in rapida formazione che, grazie al fertile ambiente romano, riesce a dare il meglio di sé in ogni genere: storico, peplum, commedia, drammatico, noir e il dirompente “western all’italiana”.

L’esposizione, sia nella sede di Santa Margherita (“L’ultimo cartellonista”) che in quella di Santa Caterina (“Treviso, Roma, Hollywood”), accosta ai multicolori affissi una selezionata serie di bozzetti di studio e gli originali, le opere utilizzate per stampare i manifesti. Una terza sezione, dal titolo Dall’idea al manifesto, è allestita negli spazi del complesso di San Gaetano dove il pubblico può scoprire l’intera filiera per la creazione di un manifesto: dai contatti con le case di produzione o di distribuzione ai primi schizzi a matita, dal bozzetto di prova all’esecutivo, sino allo studio per l’inserimento del lettering.

Approfondimenti

Acquista il volume

Rassegna Stampa

15.09.2021

Presentazione del volume “Terra e Genio. Vite di valdobbiadenesi illustri”

Mercoledì 15 settembre alle ore 20:30 presso l’Auditorium Piva di Valdobbiadene (è obbligatoria la prenotazione: tel. 0423/983082 oppure biblioteca2@comune.valdobbiadene.tv.it).

Forse pochi sanno che il primo vescovo di Treviso, colui che riuscì a salvare la sua diocesi dalla devastazione dei Longobardi, ebbe i natali a Valdobbiadene, esattamente come uno dei più importanti botanici italiani e come l’estensore del primo trattato infermieristico o ancora come il padre della filologia romanza. “La storia di Valdobbiadene è intimamente connessa – spiega l’autrice Adriana Rasera – a quella dei suoi figli. Ho voluto raccontare di uomini e donne che sono nati, o che si sono fermati, in questa terra e che hanno saputo distinguersi per ingegno”. Un distillato di vite che l’autrice, giornalista e docente di comunicazione, ha cercato di sondare, ricostruendone le biografie, condensando le informazioni e utilizzando un linguaggio quasi cronachistico, in modo da consegnare al lettore il quadro il più esauriente possibile, in poche e scorrevoli pagine, corredate da foto storiche, per lo più inedite, e da foto artistiche, realizzate dai fotografi dell’associazione IMAGO. “Si è trattato di una ricerca storica a tratti difficile, per mancanza di fonti o, per converso, per la valanga di notizie contradditorie. Ho comunque voluto porre, in evidenza, sempre, il tratto umano dei personaggi. Anche la ricerca iconografica – prosegue Adriana Rasera – è stata complessa e impegnativa. Tuttavia non sono mancate le soddisfazioni nel momento in cui sono venuti alla luce documenti davvero straordinari.

“Preservare l’eredità del nostro passato è un gesto dovuto – afferma Giorgia Falcade, assessore alla cultura di Valdobbiadene – per instaurare una catena tra le generazioni che consenta di riconoscere ciò che è stato e per trarne insegnamento e ispirazione. Questo libro vuole essere un omaggio a tutta la comunità valdobbiadenese, al suo passato e a chi lo ha onorato. Un caleidoscopio di documenti storici, foto e immagini, che consentirà a quanti lo leggeranno di apprezzarne il valore del ricordo. Un sincero ringraziamento all’autrice, al suo lavoro di ricerca”. “L’Amministrazione comunale – aggiunge Luciano Fregonese, sindaco di Valdobbiadene – ha voluto la pubblicazione di Terra e Genio per rendere omaggio a quanti, con la propria genialità hanno vissuto in epoche diverse, ciascuno lasciando a noi e alle future generazioni importanti eredità culturali, scientifiche, religiose e sociali. Un libro che vuole rappresentare la nostra comunità nel Mondo, perché Valdobbiadene è Terra e Genio”. Il libro è stato stampato con il contributo dell’amministrazione comunale di Valdobbiadene, di Banca Prealpi SanBiagio e di AscoPiave. La copertina di Terra e Genio è impreziosita da un’opera originale del pittore ultracentenario valdobbiadenese Italo Gerlin: “Sono onorata – conclude l’autrice – di aver potuto condividere il mio progetto con Italo e con la sorella Marisa, grazie alla quale ho avuto accesso a un diario inedito che getta nuova luce sulla vita in filanda”.

Approfondimenti

10.03.2021

Menzione Speciale del Premio OMI 2020

Siamo lieti di annunciare che il Consiglio Direttivo dell’Osservatorio Monografie d’Impresa – Università degli Studi di Verona, ha attribuito una Menzione Speciale del Premio OMI 2020 al volume “100 Sguardi sul Veneto”, edito da Antiga Edizioni e stampato da Grafiche Antiga.
La menzione premia l’opera che meglio ha evidenziato e valorizzato il rapporto tra l’azienda e il contesto ambientale e sociale in cui opera.
“100 Sguardi sul Veneto” è stato realizzato per la Regione del Veneto, Assessorato alla Cultura.
Il volume, con copertina a sette colori stampa ta in letterpress (stamperia Tipoteca Italiana), è disponibile in italiano e inglese:

https://www.antigaedizioni.it/prodotto-it/100-sguardi-sul-veneto-2/