Iscriviti alla nostra newsletter

Riceverai un codice sconto del 5% sul tuo primo acquisto online!

Iscriviti
Un'offerta per te!

Eventi

26.05.2021

“Renato Casaro. L’ultimo cartellonista del cinema. Treviso, Roma, Hollywood”

La Direzione Regionale Musei Veneto e il Comune di Treviso annunciano ufficialmente l’apertura della mostra “Renato Casaro. L’ultimo cartellonista del Cinema. Treviso, Roma Hollywood”, dal 13 giugno 2021 al 1 maggio 2022 presso il Museo Nazionale Collezione Salce, Chiesa di Santa Margherita e Complesso di San Gaetano e dal 13 giugno 2021 al 9 gennaio 2022 presso i Musei Civici di Treviso – Museo Santa Caterina.
Il catalogo della mostra è edito da Antiga Edizioni, stampa Grafiche Antiga.

Ultimo protagonista di un’arte ormai scomparsa, Renato Casaro (Treviso 1935) assurge a simbolo di quella scuola italiana di cartellonisti del cinema, dove perizia tecnica, creatività, genio e istinti erano le garanzie e il valore aggiunto per il successo di innumerevoli film nazionali e internazionali. Da Treviso a Roma a Hollywood – attraversando con la sua arte la seconda metà del secolo scorso – Casaro ci lascia in eredità una mirabile galleria di manifesti, testimonianza fondamentale per la storia del cinema.

La mostra – con oltre 300 opere provenienti dall’archivio dell’artista e da importanti collezioni pubbliche e private – documento 170 film e lo fa partendo dal “prodotto finito”, ovvero i manifesti a due e quattro fogli, destinate alle sale cinematografiche o all’affissione. Sono oltre un centinaio i pezzi selezionati e restaurati per l’occasione. I rari e introvabili fogli del decennio 1955-1965, presenta un artisti in rapida formazione che, grazie al fertile ambiente romano, riesce a dare il meglio di sé in ogni genere: storico, peplum, commedia, drammatico, noir e il dirompente “western all’italiana”.

L’esposizione, sia nella sede di Santa Margherita (“L’ultimo cartellonista”) che in quella di Santa Caterina (“Treviso, Roma, Hollywood”), accosta ai multicolori affissi una selezionata serie di bozzetti di studio e gli originali, le opere utilizzate per stampare i manifesti. Una terza sezione, dal titolo Dall’idea al manifesto, è allestita negli spazi del complesso di San Gaetano dove il pubblico può scoprire l’intera filiera per la creazione di un manifesto: dai contatti con le case di produzione o di distribuzione ai primi schizzi a matita, dal bozzetto di prova all’esecutivo, sino allo studio per l’inserimento del lettering.

Approfondimenti

Acquista il volume
26.05.2021

Presentazione libro “Assenza” di Maurizio Gabbana

Giovedì 10 giugno, ore 17.00 si terrà la presentazione del volume “Assenza” di Maurizio Gabbana, presso Salone di Palazzo dei Trecento (Piazza dei Signori, Treviso).

Interverranno: Lavinia Colonna Preti, Assessore alla cultura del comune di Treviso, Gian Ruggero Manzoni, Critico d’arte e Steve Bisson, docente di fotografia.

Saranno presenti l’artista e l’editore.

Il ricavato della vendita del volume andrà devoluto all’Associzione CAF (Centro di Aiuto ai Minori e alla Famiglia).

 

Approfondimenti

Acquista il volume

Rassegna Stampa

10.03.2021

Menzione Speciale del Premio OMI 2020

Siamo lieti di annunciare che il Consiglio Direttivo dell’Osservatorio Monografie d’Impresa – Università degli Studi di Verona, ha attribuito una Menzione Speciale del Premio OMI 2020 al volume “100 Sguardi sul Veneto”, edito da Antiga Edizioni e stampato da Grafiche Antiga.
La menzione premia l’opera che meglio ha evidenziato e valorizzato il rapporto tra l’azienda e il contesto ambientale e sociale in cui opera.
“100 Sguardi sul Veneto” è stato realizzato per la Regione del Veneto, Assessorato alla Cultura.
Il volume, con copertina a sette colori stampa ta in letterpress (stamperia Tipoteca Italiana), è disponibile in italiano e inglese:

https://www.antigaedizioni.it/prodotto-it/100-sguardi-sul-veneto-2/

 

 

19.11.2020

Tipoteca. Una storia italiana vince il Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” 2020

Siamo lieti di annunciare che il volume Tipoteca. Una storia italiana ha vinto il premio Gambrinus Mazzotti 2020, nella sezione “Artigianato di tradizione”, con riconoscimento alla qualità letteraria e iconografica dell’opera, ma anche al valore storico e sociale dei venticinque anni della fondazione privata dei fratelli Antiga: Tipoteca Italiana.

«Un buon libro è una pietra miliare, segna un punto di riferimento nello spazio e nel tempo. E chi i libri li stampa quotidianamente e conosce bene questo mestiere, sa che un libro è naturalmente lo strumento più appropriato per fissare sulla carta una storia» (Lucio Passerini).
L’occasione dei primi cinquant’anni di storia d’impresa di Grafiche Antiga offre il valido pretesto per dar vita a un’opera, ricca di immagini e di contenuti, che ripercorre non soltanto la storia del museo, ma soprattutto pone sotto i riflettori materiali e documenti di assoluto valore. E il libro stesso diventa viaggio nella stampa, con l’accorto uso di carte e tecniche che sanno dare “carattere” al libro stampato nell’era digitale, a partire soprattutto dai tre inserti stampati in tipo-impressione con caratteri storici dell’archivio di Tipoteca.
Disegnato dal grafico londinese Simon Esterson, con il racconto visivo del fotografo Claudio Rocci e i testi di studiosi italiani e stranieri, Tipoteca. Una storia italiana è un omaggio alla bellezza del libro e della tipografia, con accento particolare sui caratteri e sulle macchine, un autentico patrimonio storico salvato da Tipoteca e reso ancora fruibile al pubblico grazie ad anni di impegno e passione.

Approfondimenti

Acquista il volume