Benvenuto Accedi
oppure Registrati

Cerca un libro

Le collane

Oggi puoi iniziare subito a leggere: basta un click!

I nostri eBook sono disponibili in diversi formati e sono distribuiti sui principali store online

Per saperne di più...

Scheda

Home / catalogo / collane / Scheda
Email facebook twitter

Saggistica | Collana editoriale della Fondazione Benetton Studi Ricerche Memorie

Prati urbani | City meadows

Prezzo: 25.00 €

Prati urbani | City meadows

I prati collettivi nel paesaggio della città / Community fields in urban landscapes

  • A cura di: Franco Panzini
  • Testi di: J. Aagard Andersen, J-M. Besse, F. Dell’Acqua, S. Dümpelmann, P. Del Tredici, L. Hopstock, I. Jansana, N. Kühn, L. Latini, F. Panzini, T. Rueb, S. Savelli, L. Tinti, J. Tito Rojo, E. Tomat, T. Way, U. Weilacher, S. Zanon
  • Collana: Collana editoriale della Fondazione Benetton Studi Ricerche Memorie
  • Pagine: 312
  • Immagini: 146 illustrazioni a colori e 13 in b/n
  • Formato: 21 x 30 cm
  • Confezione: brossura con alette
  • ISBN: 978-88-8435-113-5
  • Note: edizione bilingue, in italiano e inglese

Il libro

I prati comunitari fanno parte di una storia anti-monumentale della città europea; lontani dall’estetica urbana codificata, hanno accompagnato discretamente il consolidamento e la formazione dei centri urbani moderni. Presenti nell’intera Europa, sono stati ambiti per il divertimento, luoghi di mercato e scambio, verdi spianate per il passeggio, sorta di “parenti poveri” e insieme precursori della grande tradizione dei parchi urbani. È in questi lacerti incolti che si è sperimentata per la prima volta l’associazione fra campagna e città, fra tessuto abitato denso e spazi vuoti verdeggianti; sono questi luoghi che hanno preparato il mutato atteggiamento culturale con cui oggi guardiamo ai processi naturali di occupazione vegetale di aree abbandonate, oltre che alle molte forme d’uso temporaneo che vi trovano spazio. I prati e la loro storia sono parte dell’attitudine con cui valutiamo il paesaggio urbano contemporaneo.
Diciotto autori affrontano la tematica dei vasti vuoti urbani sedimentati nella storia della città e del loro valore, nel contesto di una ricerca aggiornata di nuove accezioni di spazio comune nella dimensione civica odierna.