Benvenuto Accedi
oppure Registrati

Cerca un libro

Le collane

Oggi puoi iniziare subito a leggere: basta un click!

I nostri eBook sono disponibili in diversi formati e sono distribuiti sui principali store online

Per saperne di più...

Scheda

Home / catalogo / collane / Scheda
Email facebook twitter

Arte | Fuori collana arte

I giardini delle Ville Venete

Prezzo: 39.00€ (-15%) 33.15 €

I giardini delle Ville Venete

Un nuovo sguardo

  • A cura di: Giuseppe Barbieri
  • Saggi di: Giuseppe Barbieri, Stefano Mancuso
  • Collana: Fuori collana arte
  • Pagine: 160
  • Immagini: 180 a colori
  • Fotografo: Cesare Gerolimetto
  • Formato: 24x28
  • Confezione: cartonato
  • ISBN: 978-88-6322-284-5

Il libro

I giardini delle Ville Venete sono narrati nella originale prospettiva che li considera come la struttura di un secolare “racconto”. Giuseppe Barbieri rilegge la matrice letteraria umanistica che ne accompagna la loro iniziale costituzione, mostrandone i coerenti sviluppi fino alla seconda metà del XX sec. “Garden storytelling”, questo il titolo del suo saggio, collega l’intima e originale narratività dei giardini veneti alle moderne forme di comunicazione (tweet, e-mail, chat) dell’attuale quadro culturale, mostrando come attraverso di esse possa essere recuperato e ricompreso uno spazio pensato e costruito per favorire le relazioni tra le persone e con il paesaggio. 

Stefano Mancuso,  direttore del LINV - International Laboratory of Plant Neurobiology dell’Università di Firenze, ci conduce invece a comprendere biologicamente, con il suo saggio “La materia di cui sono fatti i giardini”, i meccanismi di comunicazione e di relazione esperiti dalle piante stesse. Una conclusione possibile è che i giardini delle ville venete hanno saputo raccogliere e ordinare gli stessi schemi comunicativi del mondo vegetale, che ascoltando i giardini entriamo in relazione con una parte essenziale della realtà naturale.

Le fotografie di Cesare Gerolimetto, spesso giocate su primissimi piani di sculture e di piante, forniscono immediatamente un “nuovo sguardo” sulla realtà dei giardini delle Ville Venete.

Nell’ultima parte dell’opera tre progetti gastronomici di qualificati chef del territorio riprendono la narrazione in chiave enogastronomica.